Sitting Volley, la pallavolo per tutti

Sitting Volley, la pallavolo per tutti

Le Marche, la nuova capitale del Sitting Volley 

Dopo il Regional Day dello scorso 2 Dicembre, il Sitting Volley torna a far parlare di sè con la bella iniziativa “Ragazzi di Classe” promossa dalla Fea Telusiano a Monte San Giusto. Un progetto questo, della società sportiva, che vuole “cancellare le barriere dello sport” fisiche, ma molto più spesso mentali e basate su pregiudizi e luoghi comuni.
Lo scorso 24 e 26 gennaio gli atleti e dirigenti della Fea Telusiano Volley, insieme ai giocatori della Pallavolo Fermana e all’attaccante della nazionale italiana, Federico Ripani, hanno reso il campo da gioco della Scuola Primaria “Falcone e Borsellino” un luogo non solo di divertimento, ma di integrazione ed educazione.

Per saperne di più vi alleghiamo il link dell’articolo

La pallavolo si dimostra ancora una volta come uno strumento di inclusione sociale e opportunità educativa.
Il connubio tra pallavolo e disabilità aiuta i bambini non solo nell’accettare gli altri, ma anche nel condividere con loro momenti di divertimento e anche agonismo.

Il Sitting Volley rappresenta quindi un’ opportunità di crescita morale per i nostri bambini, sopratutto per la sua capacità di fare gruppo e unire ancora di più una classe.
Sfortunatamente infatti, capita che il bambino venga escluso e non sia parte del gioco, vuoi perché i compagni abbiano paura che si possa fare male vendendolo più fragile o pensino che non possa essere competitivo.

Il Sitting Volley crea un nuovo “piano” di gioco dove tutti sono allo stesso livello, anzi no. Il bambino che prima poteva essere l’ultima scelta del suo capitano, può diventare il leader della squadra potendo competere su un campo che conosce molto meglio rispetto agli altri. 
Avete mai provato la Cena al buio? Capire l’altro, è la prima forma di integrazione, non bisogna mai dimenticarlo. 

Vi abbiamo raccontato una piccola realtà aspettando che qualcuno ne condivida di altre come questa.

A presto