VolleyRevolution, la Rivoluzione parte da qui

VolleyRevolution, la Rivoluzione parte da qui

VolleyRevolution, La Rivoluzione inizia di qui

Il 2019 comincia male, altro che le “Idi di Marzo”, la grande B ci ha fatto un ace sul 24 pari spezzandoci le gambe, ma non molliamo, anzi raddoppiamo.
Iniziamo il progetto del VolleyManager, un gioco per tutti gli appassionati della SuperLega, un progetto nuovo e diverso da quello che abbiamo fatto fino adesso.

Difficile, ma non impossibile.

Intanto però il volleymercato entra nel pieno della sua attività e gli annunci vengono sfogliati ad uno ad uno da scoutman, dirigenti e atleti. Ragioniamo per chi ha fretta, l’aggettivo più utilizzato è “urgente”.
Creiamo i boost per rendere più veloce il matching, in questo modo potevi promuovere un annuncio in più modi, o via email o anche via social con una campagna sponsorizzata ad hoc.
Capiamo che possiamo migliorare sempre e passati i mesi più caldi ci mettiamo al lavoro per rendere ancora più veloce la ricerca.

La mappa è ottimizzata, puoi vedere gli annunci intorno a te oppure nella zona dove più ti interessa, ma pensiamo che possiamo fare meglio.
Creiamo i filtri di ricerca, ora con delle semplici spunte puoi scremare tutti gli annunci, mostrando solo quelli che ti interessano davvero.

Ma ora vogliamo fare di più, dobbiamo migliorare perché ci chiedete di più ed allora abbiamo pensato al 2020 come l’anno “All-in”.
Abbiamo pensato e programmato a quello che vogliamo fare, ma abbiamo bisogno di voi, che investiate sulla pallavolo e su di noi.
Vogliamo continuare il nostro percorso e per farlo vi mostriamo quello che abbiamo in mente per voi, con due promesse importanti:

  • Vi offriamo ClubUp!2020 in sconto al 50% rispetto all’abbonamento che sarà attivo da estate 2020;
  • Se non raggiungeremo il nostro obiettivo di 600 utenti iscritti, l’intero importo che verserete sarà rimborsato completamente.

Facciamo questo perché la pallavolo è la nostra passione e vogliamo essere sinceri e trasparenti con voi che deciderete di s(o)upportarci.
Scopri il nuovo ClubUp! e tuffati nella Pallavolo 3.0 

Leggimi

Ita(l)ia, gioie e dolori a bordo campo

Ita(l)ia, gioie e dolori a bordo campo

Ita(l)ia, gioie e dolori a bordo campo

Vinciamo, la Regione Marche crede in noi ed inizia la costruzione della società. Siamo ufficialmente una startup, i primi mesi dalla fondazione sono di assestamento, cominciamo a lavorare e i risultati arrivano, rivoluzioniamo la piattaforma concentrandoci sull’utente e la pallavolo torna al centro di tutto.
Vogliamo fare qualcosa di nuovo. Creiamo il nostro primo evento, lo SplashVolley (pallavolo su acqua) e intanto la piattaforma inizia ad essere sempre più utilizzata.

Da diversi anni c’è un evento a Porto Recanati, organizzato dai fratelli Meoni, il Tormeo, una grande festa per lo sport, un torneo di Green Volley della durata di 2 giorni.
Già nel 2016 avevamo partecipato, una sera scrissi via Facebook a Andrea Meoni che entusiasta dell’idea ci invitò a essere presenti all’evento.
Tra una partita, uno spritz e un ballo, cresciamo in numero di utenti e ci confrontiamo con centinaia di pallavolisti come noi.
Non possiamo fare altro che ringraziare i fratelli Meoni per l’aiuto che ci hanno dato e speriamo che dopo un anno di pausa (2019), il Tormeo, questo meraviglioso evento, possa ritornare nelle Marche.

Nel 2018 Costruiamo la nostra casa, mobile dopo mobile, è stupendo il nostro Lab e la piattaforma funziona. Le persone utilizzano ClubUp! e la voce si sparge, il nostro mercato prende forma e gli utenti sono entusiasti.

Volleyball.it si accorge di noi, sembra che tutto sia in discesa e invece… c’è sempre un ma ed ha un nome:
Burocrazia e non aggiungiamo altro…

 

Leggimi

2016 StartUp School, l’Italia non è un Paese per giovani.

2016 StartUp School, l’Italia non è un Paese per giovani.

2016 StartUp School, l’Italia non è un Paese per giovani.

Il team cambia ed evolve. Ora è formato da Mattia, Michele, Michele, Michele e Matteo. Se non sono con la M non li prendiamo.
E’ un anno difficile, nessuno di noi ha esperienza su come crescere e promuovere qualcosa per la prima volta si affacciava sul mercato. Capiamo che c’è qualcosa che non va, il sito è troppo statico, troppo legato alle dinamiche del social network, forse abbiamo deviato dall’idea iniziale e ci ritroviamo al punto di partenza.
Cambiamo pelle nuovamente e ritorniamo all’origine, partecipiamo a tutte le competizioni in zona e non solo, viaggiamo, arriviamo fino a Maratea. Siamo stati selezionati per una startup competition nazionale, ora finalmente vedremo di che pasta siamo fatti.

Viaggio della speranza. Ah, ma non è Matera, la città dei famosi Sassi? Dove sta Maratea? Si parte sempre così, AirBnB in mano e via giù per lo stivale.
La competizione è serrata, il livello delle altre startup è alto e i giudici sono dei veri Shark. Tra gli ospiti ci sono il CEO di Scuolazoo e diversi business angel (l’aureola non l’avevano ve lo assicuro). Ascoltiamo, impariamo, rispondiamo, controbattiamo, non passiamo il turno e ci giochiamo il jolly, ci lanciamo su un investitore che avevamo studiato prima di arrivare. Va bene, ci vediamo a Torino tra 3 mesi con un prodotto da testare.
Lavoriamo per cambiare quello fatto fino ad ora, adesso abbiamo capito (o almeno pensiamo così)…ci mettiamo sotto, il viaggio a Torino è alle porte.

Ci ritroviamo tutti e 3, Mattia, Michele e Michele, che ci ha raggiunti direttamente dall’Irlanda dove stava lavorando in una multinazionale, perché questo era il nostro sogno, non lo potevamo ancora chiamare lavoro, era la nostra chance.

Torino ci dimostra quanto sia difficile fare startup in Italia. Capiamo che è solo un teatrino, siamo stati presi in giro. Non era un investitore, era uno dei tanti che voleva vendere la nostra idea in giro, un markettaro di basso livello: molte parole, pochi fatti.
Il viaggio però è sempre il momento più bello, da Torino a Macerata, passando per Bologna, con l’eterno “Prezzi benzina” alla mano, l’urlo di gioia quando troviamo il metanaro in chiusura vicino a capoluogo emiliano, rischiavamo di restare a piedi.

Quello stesso urlo di gioia quando eravamo a 150 km da Maratea e stavamo per rimanere a piedi ed il santo protettore dei metanari ci ha illuminato il cammino a tinte verdi e blu.
Prezzi benzina e AirBnB ci avevano dato un segno, quella era la via.

Ora puoi scoprire cosa abbiamo in mente per il 2020, siamo a più del 20% del cammino!

 Sostienici ora

Leggimi

Pallavolo, Mas que un deporte

Pallavolo, Mas que un deporte

Pallavolo, Mas que un deporte

Chiamala nostalgia, ma mi ci piace che ogni cosa abbia il suo tempo. Ormai siamo abituati a divorarci una serie in meno di 24h, invece questa storia sarà un po’ come tornare indietro, quando ci mettevamo la sveglia sul 3310 per ricordarci di accendere la tv per vedere il nuovo episodio della nostra serie preferita.

Che la prima puntata abbia inizio!

  1. Argentina Nuovo Mondo, Nuova Idea

Santa Fè. Io, Mattia, laureato in ingegneria da circa 1 anno e mezzo decido di partire dall’Italia, con la mia borsa da pallavolo multiuso, direzione nuovo mondo. Conosco un po’ lo spagnolo dopo un anno di Erasmus e ho con me il mio primo smartphone, un iPhone bianco 4S.
Ho voglia di sperimentare, di scoprire. Il mondo è troppo vasto per una vita sola e la prospettiva di restare chiuso in studio di ingegneria dalle 8:00 alle 21:00 a 500€ al mese non mi sembrava così allettante.
Mi si presenta questa opportunità attraverso l’Università e la colgo al volo.
Durante l’estate, prima della partenza per l’Argentina, mi sono scaricato un’app che tutti conoscerete “Prezzi Benzina” e penso, “ c….o quanto è semplice, solo con la mappa riesci a trovare la pompa di benzina più vicina e con i colori già sai in anticipo se il prezzo sia competitivo”. Voi direte, scusa ma che c’entra? E’ stata la prima scintilla dell’idea.

Bene, sono arrivato ed adesso?
Casa, Ufficio, Spesa?

No…la mia esigenza immediata è un’altra e da 15 anni parla a strisce bianche, verdi e rosse (ora giallo e blu, ma sono dettagli)… Esisterà una squadra di pallavolo qui a Santa Fè? Eh si, una squadra. Perché sono venuto in Argentina per lavorare, ma la pallavolo, come lo sport, è sempre stata parte della mia vita e dovevo trovare una soluzione.
Proprio in quel momento, mi arriva la notifica sul telefono di un altro portale a cui mi ero iscritto: LinkedIn. Un mio amico storico ha appena creato il suo profilo e ha scritto “allenatore” e penso..ma che fa, che c’entra LinkedIn con lo sport? Bingo..anzi Ace.

Resto folgorato. All’improvviso l’idea: ma esiste LinkedIn per i pallavolisti? Esiste un motore di ricerca per le squadre o le società in zona? Quanto sarebbe facile avere tutto sul proprio telefono e con una semplice geolocalizzazione trovare la squadra più vicina?Insomma era il giusto mix tra un portale del lavoro e Google Maps.

Forse era solo un’idea malsana, ma se c’era una possibilità era da provarci, finché la palla non cade a terra non si molla.
Chiamo mio fratello Michele, che sta studiando Ingegneria Informatica, l’idea gli piace e la propone all’interno di un incubatore dell’Università Politecnica delle Marche.
Preso, ora inizia il vero lavoro, per adesso è solo “progetto Sport”..fantasia da ingegneri.

Questa puntata finisce qui ma la storia continua. Il prossimo appuntamento? Esattamente tra 3 giorni.

Scopri la Pallavolo 2020

Vuoi leggere l’articolo precedente? Clicca qui

Leggimi

Volleyball Evolution, il Link mancante

Volleyball Evolution, il Link mancante

Italia, anno 2020.

La seconda decade del nuovo millennio si è chiusa con il volley italiano sul tetto d’Europa e del Mondo.

La Igor Gorgonzola Novara è campionessa europea battendo in una finale tutta italiana la Imoco Volley Conegliano, che chiuderà comunque l’anno in bellezza, diventando campione del Mondo contro le turche dell’ Ezcacibasi Istabul, dominatrici degli ultimi 2 anni.

La Lube Civitanova è la regina d’Europa spodestando il dominio di Kazan e conquistando il titolo mondiale a Dicembre contro i brasiliani del Sada Cruzeiro.

Insomma, quello appena trascorso è stato un anno d’oro per il Volley Italico e in vista ci sono VNL, Olimpiadi e una seconda parte di campionato da godersi fino alla fine.

La Rete ha rivoluzionato il nostro modo di vivere lo sport regalandoci aggiornamenti realtime; con Volleyball.it le news arrivano sul telefono ogni giorno, con ElevenSports il campionato si gioca direttamente a casa tua, con VolleyManager.it puoi schierare i campioni del tuo fantateam e sfidare i tuoi amici online.

Un bel passo in avanti rispetto a quando c’erano i “concentramenti” e giocavi all’aperto su campi improbabili con palloni di cuoio (altro che i Mikasa).
Ma invece la pallavolo di tutti i giorni? Quella delle palestre di periferia senza acqua calda, dei pavimenti in parquet e delle reti targate “proprietà della parrocchia”?
Quella dei normali esseri umani, quella degli appassionati che lavorano fino alle 20:00 di sera e poi borsa in spalla vanno in palestra, perché senza del volley non sanno stare?
Di coloro che proprio non sanno dire di “no adesso smetto”?

A loro Internet non ha pensato?
Con una nuova stagione alle porte iniziano le domande:
“Non esiste un modo per continuare a giocare anche se sono fuori dal giro?”
“Ho cambiato città e adesso?”
“Sono troppo avanti con l’età e non conosco più gente che giochi, come faccio?”

Noi si. Noi sappiamo che molto spesso si rischia di restare senza squadra, che non è facile muoversi perché le conoscenze sono limitate. È successo anche a noi.
Bene, dovete sapere che le società sono anche loro alla ricerca di giocatori come voi!

Noi siamo 4 ragazzi con un sogno, la pallavolo per tutti a portata di touch.
E dopo 2 anni di lavoro e avere connesso più di 2000 giocatori, allenatori e società, stiamo guardando al domani con il nuovo progetto ClubUp!2020, per rendere ancora più facile l’incontro tra Players, Coaches e Clubs. Vuoi sapere di cosa si tratta?

Scopri ClubUp!2020 e diventa uno dei nostri! 

Leggimi

Albo d’oro Campioni del VolleyManager

Albo d’oro Campioni del VolleyManager

Scopri i campioni del VolleyManager divisi per giornata   🏆

In questo articolo verranno elencati i nomi dei VolleyManager campioni divisi per singola giornata di campionato.

In palio per ogni giornata di SuperLega,

un abbonamento annuale ad ElevenSports 📺 del valore di 49,99€

Diventa VolleyManager ora e sfida i tuoi amici, potresti vincere anche tu!

👉 Scopri il Gioco  👈

 

Girone di Andata

Numero Giornata

Formazione

Punteggio

Nome Campione

1° Giornata

139.03

Invicta

2° Giornata

141.53

Berta91
Bertacchini Luca

3° Giornata

174.24

 

Ichiobest
Maurizio Mazzai

4° Giornata

288.92

Giskard
Emanuele Tedeschi

5° Giornata

213.76

Fabio72Modena
Fabio Busi

6° Giornata

209.37

ForzaLube
Giacomo Tarsi

7° Giornata

176.23

Aure
Aurelio Berrini

8° Giornata

166.89

Fabio72Modena
Fabio Busi

9° Giornata

180.77

Diggio
Diego Gusmeroli

10° Giornata

175.82

#Quantoèfortemassi
Massimo Vitturi

11° Giornata

182.37

Avia_Pervia
Marco Montorsi

12° Giornata

191.02

Avia_Pervia
Marco Montorsi

13° Giornata

187.4

Avia_Pervia
Marco Montorsi

Girone di Ritorno

Resta in contatto con noi per gli ultimi aggiornamenti, iscriviti al Gruppo ufficiale Facebook

 

 

1° Giornata

179.28

Berta91
Luca Bertacchini

2° Giornata

163.81

User 969150
Stefano Rossi

3° Giornata

161.23

Capitan Lorenzillo
Claudio Brighenti

4° Giornata

166.16

Marco18Mesi
Marco Mantile

5° Giornata

170.06

Marchiño
Marco Gavardi

6° Giornata

177.29

Ichiothebest
Maurizio Mazzai

7° Giornata

177.21

#QuantoèforteMassi
Massimo Vitturi

8° Giornata

8° Giornata di ritorno superlega

180.61

DJE1
Jeremy Dacosta-Curien

Leggimi

I Vincitori del Contest Vinci la Finale CEV di Berlino

I Vincitori del Contest Vinci la Finale CEV di Berlino

I Vincitori di Berlino…..

“Rullo di tamburi 🥁🥁🥁🥁 

Milo 💘 Martina 

 

Scusate il ritardo, ma ci siamo appena ripresi dal Double della Lube in appena 5 giorni! 
Come avrete visto dai nostri canali Social il Vincitore è stato Milo Imbeni di Como con la sua dolce metà Martina Gini, che si sono goduti la SuperFinal di CEV a Berlino!

Il nostro primo Contest sulla CEV ha visto più di 50 partecipanti sulla nostra pagina Instagram con oltre 300 accessi al nostro profilo per scoprire come partecipare.

Scopri il Contest

E’ stata una bella soddisfazione per 3 motivi:

  1. La vittoria di 2 squadre italiane in CEV;
  2. Abbiamo regalato ad una giovane coppia momenti che difficilmente dimenticheranno;
  3. Abbiamo assistito a una delle finali più belle e spettacolari di sempre, forse tra le formazioni più forti degli ultimi 20 anni. 

Martina ha condiviso con noi video e immagini delle finali e sia noi che i nostri follower l’abbiamo vissuta come fossimo lì con loro in tribuna!
Per ricordare ancora questi momenti e per chi si fosse perso i festeggiamenti questo spazio è dedicato a voi!

Ps. Vogliamo parlarne che nella fase finale 3/4 delle finaliste erano italiane?? 😍

#VolleyRevolution

Leggimi

La pallavolo Over 30 anni Vs Pallavolo Under30

La pallavolo Over 30 anni Vs Pallavolo Under30

La borsa del Pallavolista Over 30 Vs Under 30 [Ieri] Vs [Oggi]

Non pensavo che sarebbe giunto il momento, ma eccoci qua come da 18 anni a questa parte la borsa è sempre lì, con la sua zip usurata e le scarpe mezze sbucciate dalla prima parte della stagione…non so perché mi è salita un po’ di nostalgia ed ho pensato quanto sia cambiato il modo di vivere la pallavolo.

Oggi però che è martedì grasso, non volevo lasciarmi andare a smielate nostalgie così, ho pensato al lato comico e divertente.

Partiamo quindi con questo confronto (imparziale) Ieri e Oggi

Il Phon: [Oggi] (prima mai avuto uno) anzi a malapena ti asciugavi i capelli anche d’inverno, adesso se lasci un capello bagnato rischi il raffreddore una settimana, la voce di Vasco Rossi e l’apnea in piena notte.

Le ginocchiere: [Ieri] a 14 anni, appena inizi a giocare sono il must have, non puoi essere un pallavolista senza ginocchiere. I genitori “dove vai senza? Poi ti fai male” e tu che le mettevi e poi comunque non sapevi tuffarti.
Poi la bellezza delle ginocchiere era proprio l’effetto spugna che aveva sul tuo sudore adolescenziale e diventavano letali dopo a malapena 1 settimana. 
Tu che eri adolescente, pensavi forse di lavarle? Assolutamente no, anzi diventavano una forma di ricatto negli spogliatoi per sederti sul tuo posto preferito.
[Oggi] sono sono un reperto archeologico scomparso, hai capito come e quando tuffarti (mai) e nella malaugurata ipotesi di doverlo fare, ti tuffi e poi ci vogliono 3 time-out  e l’aiuto dalla panchina per poterti rialzare.

Accappatoio: [Oggi] Ora hai imparato a alternare una coppia di accappatoi durante la settimana, abbinando colori e materiale in base alla mise da allenamento, [Ieri] ne era uno, che mezzo bagnato restava tutta la settimana dentro la borsa a fermentare per il piacere dei tuoi compagni. Quella sensazione di freschezza addosso quando uscivi dalla doccia non potevi farne a meno.

Sapone e doccia schiuma: [Ieri] erano un reperto raro, tutti avevano il compagno di squadra la cui mamma lo riforniva costantemente e altrettanto costantemente diventava il fornitore di tutti.  Molto spesso capitavano veri e propri furti dalle borse, alla caccia del bagnoschiuma da 1€ targato Discount, che forse era buono per lavare i cerchi dell’auto.
[Oggi] Scegli il tuo bagnoschiuma in base alla fragranza ed alle sue proprietà, lo shampoo per i capelli ricci, lisci, antiforfora, anticaduta, morbidi, setosi etc etc 

Integratori: [Ieri] era una pozione che ti trovavi nelle bottigliette durante le finali regionali e nazionali e te la gustavi non per l’energia, ma per quel sapore di arancia chimica, che aveva il suo fascino.
[Oggi] Stai lì prima dell’allenamento a dosare tutto, perché sai che il minimo sbaglio potrebbe portarti a non concludere la seduta o farti stare il giorno dopo con le braccia al cielo e le gambe fossilizzate dall’acido lattico.

Scarpe: [Ieri] erano in dotazione per i più fortunati con la divisa da gioco e comunque erano un accessorio per il gioco. [Oggi] Sono la prima cosa che pensi di comprare prima di iniziare a giocare, ti studi modelli, prezzi, prestazioni per l’elevazione (poca), protezione della caviglia e capacità di scarico del salto.
Se non giochi almeno i tuoi compagni potranno dire che hai le scarpe belle.

Manicotti/ scaldamuscoli/ maglie termiche: [Oggi] sono il nuovo  moda del momento must have, tutti ne hanno uno per colore e per tipo adatto a tutte le situazioni. Spesso sembriamo più alberi di Natale o manichini pubblicitari, ma l’importante è non prendere freddo ed essere abbinati. 

Concludo questo breve confronto con l’ultima considerazione, non relativa alla borsa, ma al post allenamento.

La Fame: [Ieri] se prima eri una ruspa senza fondo che raccoglieva anche l’ultima strisciolina di grasso del prosciutto del compagno, [Oggi] sei lo stesso animale da battaglia di 18 anni fa a cui hai abbinato il pasteggiamento con birre e grappe.
L’unica e sostanziale differenza che se prima riuscivi a bruciare come un termovalorizzatore tutto ciò che ingurgitavi, ora come sgarri, devi chiamare i vigili del fuoco per tirantare la chiusura di pantaloni e camicia per evitare il rischio accecamento di chi ti sta di fronte.

Manca qualcosa secondo voi? Spero di avervi regalato un sorriso per questo giorno di Carnevale!

#iClubuppers

Leggimi 1 Commento

Sitting Volley, la pallavolo per tutti

Sitting Volley, la pallavolo per tutti

Le Marche, la nuova capitale del Sitting Volley 

Dopo il Regional Day dello scorso 2 Dicembre, il Sitting Volley torna a far parlare di sè con la bella iniziativa “Ragazzi di Classe” promossa dalla Fea Telusiano a Monte San Giusto. Un progetto questo, della società sportiva, che vuole “cancellare le barriere dello sport” fisiche, ma molto più spesso mentali e basate su pregiudizi e luoghi comuni.
Lo scorso 24 e 26 gennaio gli atleti e dirigenti della Fea Telusiano Volley, insieme ai giocatori della Pallavolo Fermana e all’attaccante della nazionale italiana, Federico Ripani, hanno reso il campo da gioco della Scuola Primaria “Falcone e Borsellino” un luogo non solo di divertimento, ma di integrazione ed educazione.

Per saperne di più vi alleghiamo il link dell’articolo

La pallavolo si dimostra ancora una volta come uno strumento di inclusione sociale e opportunità educativa.
Il connubio tra pallavolo e disabilità aiuta i bambini non solo nell’accettare gli altri, ma anche nel condividere con loro momenti di divertimento e anche agonismo.

Il Sitting Volley rappresenta quindi un’ opportunità di crescita morale per i nostri bambini, sopratutto per la sua capacità di fare gruppo e unire ancora di più una classe.
Sfortunatamente infatti, capita che il bambino venga escluso e non sia parte del gioco, vuoi perché i compagni abbiano paura che si possa fare male vendendolo più fragile o pensino che non possa essere competitivo.

Il Sitting Volley crea un nuovo “piano” di gioco dove tutti sono allo stesso livello, anzi no. Il bambino che prima poteva essere l’ultima scelta del suo capitano, può diventare il leader della squadra potendo competere su un campo che conosce molto meglio rispetto agli altri. 
Avete mai provato la Cena al buio? Capire l’altro, è la prima forma di integrazione, non bisogna mai dimenticarlo. 

Vi abbiamo raccontato una piccola realtà aspettando che qualcuno ne condivida di altre come questa.

A presto

Leggimi

Contest Vinci le Finali di Coppa Italia Maschile di Volley

Contest Vinci le Finali di Coppa Italia Maschile di Volley

#Contest Vinci le Finali di Coppa Italia🏆🇮🇹

#SanValentino di Volley ❤️🏐 

ClubUp! mette in palio 2 biglietti 🎫🎫 per le Finali di Coppa Italia Maschile del 9-10 febbraio a Bologna🏟

Regolamento 

✅ Come partecipare su Instagram:
 
 
👉2a.Fai lo screenshot della Story con la coppia in tribuna 📲 (esempio sotto)

👉2b.Oppure fatti una foto in tenuta di allenamento (ci piace la simpatia)📸

 
👉3.Condividi 🔄 la tua foto nelle Stories Taggando con chi vuoi andare e @clubUp_volley_network
 
👉4.Condividi come post la storia TAGGANDOCI e inserisci l’hashtag
#volleyrevolution (🔥è importante ai fini dell’estrazione🔥)
 
✅ Se non hai Instagram puoi, partecipare su Facebook:
 
👉1.Metti mi piace a ClubUp Sport-Network e condividi questo post
 
👉Fatti una foto in tenuta di allenamento (ci piace la simpatia +++) 📸
 
👉Condividila 🔄 sul tuo profilo taggando il tuo compagno/a per la trasferta in terra bolognese
 
👉TAGGACI nel Post! (🔥è importante ai fini dell’estrazione🔥)
 

Scadenze

🔻🔻Il Contest chiude alle 24:00 del 6 febbraio🔻🔻
Il 7 faremo l’estrazione dei biglietti e i fortunati li potranno ritirare in loco 🤝 o li riceveranno per posta 📫

Puoi salvare direttamente questa immagine per partecipare al concorso.

Ricordati i tag e condividi!

 

In bocca al lupo!

Conclusione del Contest 07.02.2019

Il Contest si è chiuso con la vittoria di Serena di Marino

Il sorteggio finale è avvenuto estraendo casualmente dalla lista dei partecipanti 3 nominativi in questo ordine
1. @serenadimarino
2. @pristy91
3. @ginim15

Serena di Marino ha dato conferma di accettare il premio.

Grazie a tutti i partecipanti! Ci vediamo presto con nuove iniziative e buona pallavolo a tutti!

I ClubUppers 

Leggimi 1 Commento