Matteo Biagiola Software Engineer

Matteo Biagiola #ClubUp!

Per la maggior parte della mia vita ho giocato a calcio e calcetto, sempre a livello dilettantistico, ma ora anche io sono in pausa di riflessione, sportivamente parlando. Comunque il calcio rimane il mio sport preferito, anche se non faccio più parte di nessuna squadra ormai da molto tempo.

Sono appassionato anche ad altri sport come il nuoto, lo sci e il ciclismo, ed alcuni di questi li ho anche praticati con una certa costanza; lo sport ti fa sentire vivo ed energico ma devo ammettere che il camino d’inverno ha un’attrazione a cui è difficile resistere.

Mi appassiono puntualmente alla pallavolo ogni volta che c’è un evento importante come un mondiale o le olimpiadi. Quando guardo una partita mi dà sempre una grande carica e un grande entusiasmo, cosa che non accade quando lo pratico dato che non sono proprio il massimo della bellezza quando gioco. Credo che questo sport, come lo sport in generale, andrebbe valorizzato maggiormente in Italia, e penso che ClubUp! possa essere lo strumento adatto a questo scopo.

Per quanto riguarda ClubUp!, non faccio parte del team da quando si è costituito; sapevo che Michele Patrassi stava portando avanti questa idea ma io ancora non avevo chiaro cosa fare in futuro, ed ho esitato a chiedergli di entrare a far parte del team. Poi il primo passo l’ha fatto lui ed ho deciso di mettermi in gioco e di spendere il mio tempo per realizzare il progetto. Personalmente avere un’azienda mia non è stato il mio sogno fin da piccolo, ma mi sto rendendo conto con il tempo che costruire qualcosa di tuo sia la cosa, dal punto di vista lavorativo, più soddisfacente di qualsiasi altra occupazione.

Ringrazio quindi il team che inizialmente ha avuto il coraggio di realizzare l’idea e portarla avanti con costanza, senza fermarsi alle prime difficoltà, anche quando l’entusiasmo e la passione un po’ svaniscono.

Matteo, software engineer

Leggimi

CMO #ClubUp!

CMO #ClubUp!

Michele Verducci CMO #ClubUp!

Forse non tutti sanno che da un anno a questa parte la mia più grande avventura la sto vivendo e condividendo con altri 4 ragazzi che sono a 2.556 km di distanza. Eh già, questa è la distanza tra Belfast e Macerata. La prima è la capitale dell’Irlanda del Nord, dove attualmente sto lavorando, mentre la seconda é la “casa” di ClubUp!.

Nonostante il fuso orario, i diversi impegni lavorativi che abbiamo e i km che ci separano, tutti e 5 stiamo lavorando costantemente e appassionatamente ad un progetto in cui crediamo molto e che finora ci ha dato grandi soddisfazioni. Soprattutto considerando che il progetto è nato quasi per “gioco”!

“Gioco”, anzi giocare a pallavolo, questo é il motivo che ci spinge a portare avanti questa idea o startup, se preferite. Siamo partiti dal nostro sport preferito, il volley, ma l’ambizione é quella di inserire anche gli altri sport di squadra come calcio, basket, rugby e non solo.

La piattaforma sta crescendo, evolvendo e migliorando per portare avanti quella che ci piace definire #SportRevolution, per costruire il miglior #SportNetwork che squadre, allenatori e giocatori possano desiderare, ma la cosa più entusiasmante è che noi stiamo crescendo insieme come team, sostenendoci a vicenda senza tregua.

Vi aspettiamo su ClubUp! perché siamo convinti che anche voi, come noi, credete nella passione per lo Sport.

Michele CMO

Leggimi

CTO #ClubUp!

CTO #ClubUp!

Michele Patrassi CTO #ClubUp!

Ho sempre voluto far qualcosa di mio, che mi appassioni e mi coinvolga a tal punto da lavorarci giorno e notte senza peso.

Tenevo in camera un foglio sempre in bella vista, dove con il passare del tempo appuntavo le mie idee imprenditoriali. Un giorno, mio fratello entra di getto nella mia camera e mi propone ClubUp!: un network per il mondo della pallavolo con l’obiettivo di aiutare le persone ad incontrarsi per vivere la propria passione sportiva.

Da lì, la scintilla si è accesa e non si è più spenta, scartando a priori tutte le altre idee che mi ero segnato. Non le ho scartate perchè non penso più che possano essere utili, anzi, ma mi sono reso conto che l’obiettivo che l’intero team di ClubUp! ha è molto più grande di noi e potrebbe seriamente rivoluzionare il mondo della pallavolo.

Cosa dire riguardo a me? Diciamo che dal punto di vista sportivo mi piace sperimentare, per un motivo o per l’altro non sono riuscito a tenermi stretto neanche uno sport: pallavolo, calcio, boxe, surf e muay thai sono alcuni degli sport da cui sono passato. Ora sono in pausa di “riflessione sportiva” sul divano (sempre meglio stare comodi), passo il tempo facendo il lavoro per cui ho studiato fino ad oggi: l’ingegnere informatico per ClubUp! Sport Network.

Michele CTO

Leggimi

CEO #ClubUp!

CEO #ClubUp!

Mattia Patrassi CEO #ClubUp!

Fino a un anno fa non sapevo cosa fosse una startup, che volesse dire CEO (per chi non lo sa, è un modo figo di chiamare amministratore delegato alla english) e quante responsabilità potesse portare.

Se da un lato mi dicono “Chi te lo fa fare?” dall’altro ci sono amici veri e ragazza che mi supportano e sopportano tutti i giorni per seguire questo sogno.

Ma da cosa nasce ClubUp!? da un’esigenza personale, io come tutti voi sono il primo utilizzatore del portale, perché la pallavolo è la mia vita, la mia passione, è imprescindibile da quello che sono.

Sono cresciuto con un pallone sulle mani e molto spesso anche in faccia, dato che sono note le mie grandi capacità da difensore. Comunque l’idea nasce da una necessità, voler giocare a pallavolo.

Per motivi diversi, prima per studio e poi per lavoro ho dovuto viaggiare e spostarmi in diverse parti d’Italia, poi d’Europa e del mondo e mi sono sempre posto la domanda…come faccio a trovare squadra? tra lingue improbabili e completa ignoranza di dove fossi e perché ci fossi, ho dovuto sempre impazzire per trovare uno straccio di squadra e continuare a giocare.

E’ proprio lì si è accesa la lampadina, anzi un vero e proprio cortocircuito nella testa…perché bisogna così soffrire per trovare una squadra? in un’era come quella attuale dove tutto è a portata di mano anzi di pollice e quasi ci imboccano di cibo ed informazioni tra delivery, Faccialibro e instagram, non ci sta spazio per qualcosa di sano e che possa aiutare centinaia, se non migliaia di giocatori, allenatori e squadre sparse per tutta Italia?

Con l’aiuto del team vi abbiamo offerto solo un assaggio di quello che abbiamo in mente! aspettate e vedrete!

Mattia, pallavolista e CEO

Leggimi